OCR Interpretation


La Gazzetta di Syracuse. (Syracuse, N.Y.) 1906-????, January 20, 1950, Image 7

Image and text provided by Syracuse University

Persistent link: http://nyshistoricnewspapers.org/lccn/sn83045207/1950-01-20/ed-1/seq-7/


Thumbnail for 7
«1$W. l-ff PAGE i a g a z z e t t a d i s y r a c u s e — - ii v i V- .v> Sm c u ie, $CY .--4Vhw l6it 20 Genwelo, ISSA NON E’LAVERÀ LIBERTÀ' AMERICANA QVELLACHE «CESI? AMERICANI\ VOGLIONO IMPORTANE MALIE GELIDE ■f- STEPPE - ' DELLÀRUSSIA. ■ NON BLATERA i LIBERTA* QUELLA'CHE 'M. CERTI ' ■- DIRIGENTI DEIMECLASSI 1 'OPERÀIE' HANNO PRESO AUsVA’* LETTERA ■t >'’■*> TEORIE 1 DI CARLO ' . ) (Va f' * '• è'ì '■ IMPARATO D A M A R ' > MEGAl FILOSORh NAÈMTJM& NON E LA i LIBERTI AMERICANA * k f « * DISTRW II CORCi PUROBS, d e l i a FAMIGLI, D E H * ' * E DI •- ' • '>< UH SENZA IA VERA LIBERTÀ NON ESISTE MORALE, NON BETE BASE DELLA FAMIGLIA, NON ESISTTE f|«m « A E NM SI POSCE IL VERO CONCETTO DELLA PATRIA, D p i FAMIGLIA, H U SOCETÀ E DELLA iw A p j t A MIGLIAIA di secoli che l’umanità com- batteper la conquista rella libertà. E’ que­ sta una tragedia che iniziata!» con la venuta del primo uàéso stalla terra» terminerà quando il mon­ do ritornerà alsuo stato originale; un amano in­ forme,sema vita e senza vegetazione. II concetto « la conquista della libertà fan­ nonarie risila vita integrale dell’uomo» perchè l’uomo sema questo ideale che lo attira e lo in­ cita * combattere per la conquista di una vita mliliàrll^irltomierebhe alto stato brutale ed al» Ì N i M à d m ^ Nella lotte per la libertà, vediamo le pa­ gine più belle delle gloriose storie di tutti i se­ coli e di tutti I popoli., Nella conquista della Libertà, vediamo u- no dei pilastri più forti su cui SI Falegname di Nazaret predicò la sua dottrina divina per libe­ rare l’uomo dalla sciavitù morale e religiosa, e per cui Egli pianse per la distruzione di Geru­ salemme. ■ L A LIBERTA* ci impone a condurre una vi­ ta migliore. La nostra vita non è opera dei Caso» qome i materialisti sogliono ^ sostenere, perchè il materialismo distaccandosi dal con­ cetto puro e fedele della libertà, vuole mesco­ lare il miracolo ed il mistero della Creazione con là inconsulta ed illogica opera dèi Caso. \ Chi Stìtsfcifica il concetto della^U^ertà , rin­ nega Je calpesta Poperg della Creazione. Chi lòtta per una falsa libertà rinnega la sua esistenza e la sua creazione e diventa il ne­ mico del progresso umano. ; La vita degli uomM ha uno scope ed un fine» ed è <j*r questo scopo e questo fine 1 e si combattano le più accanite battaglie per la Li­ bertà Umana. * S enza libertà non esiste morale. Senza Libertà non esiste base della famiglia. Senza Libertà non esiste coscienza» e non si conosce dì Vaiò concètto della Patria, della io- sietàedella religione. Senza Libertà non si avrebbe , un governo basaÈ sull’arbitrio del popolo, sulla coscienza nazionale!' «■ * \ , Dovè nòli vi è.Libertaria vita è ridotta ad una pure funzione organica, permettendo che lo aspirazioni vengano^ soffocate dalla iprepoten- za tiràiinicai'*-^^. . .-, -,•• ' Senza la Libertà, l’uomo diventa un ariirra- *fgk irragionevole chefacilmente sì ribellò ai fo- cretti di Dio e badisce la propria natura. '«iti -, -• y ^CIaÌEGNCETTO della Libertà sono stati scritti migliaia « migliaia di volumi ; per la éataldit*delfc Jafortà--#®*®- caduti migliaia e dopo tanti *, • * 4-< ■ ;■ j,.. • &?'?•*• ' \I ~f- ■ > #■* progressi» si cerca ancora di mistificare e devia­ re il vero significato della Libertà. Noi che vivamo, lavoriamo e cresciamo le nostre famiglie in questa immensa Repubblica domocratica, ci sentiamo fortunati di poter go­ dere la vera libertà. - » ^ y ( . ' * , /. - Ma è bene non essere tròppo ottimisti su questo riguardo. ‘‘ In America abbiamo quella forma di Gover­ no che racchiude in se i principi, di democrazia ’e • delle più adatte forme» ài libertà.' mì&ivisjiialé». religiosa e politica. • \ Come tutti sanno» ia forma del nostro Go­ verno non delega la forza amministrativa nelle mani di un dittatore» di un re o di un tiranno. fi sistema elettorale d’America è néllà forza de| vo­ to popolare e tutti I rami arnmìnistrativi locali, statali e federali sono alla decisione del suffra­ gio popolare. E tutti lo sanno. Ma POCHL§ANNO chemqltffnsett! paras­ siti cercano di rodeBfe^r iiroscqu ed avvelenare ìl sangue della gigantesca struttura amministrati- va, politica è religiosa'della* vita Axnericàna.> » Pochi sanno che -‘molti.falsi apostoli” «folla . Libertà cercano da molti anni di minare le fon- f damenta sulle quali vennefondàta la Costituzio- \ nedeglx Siati Uniti.' ■'* t * ,«• ! . • 1 I ----- ** -J --- ^AtJ. I~Us -- N ON E* la vera Libertà Voluta dà Wasbiri- gton‘é ingrandita e foffofàaia da Lincoln, quel- la che oggi predicano certi '“sapienti america- hi” ubbriàcati da’una ideologia;* che è in pieno contrasto cpn le nobili e ga^erose tradizioni di, America.- - ì * 1- . M . ; % * Non è la vera Libertà qu^Ha chi “cèrti no> tri americani vogliono importare dille gelide r desolate steppe della Siberia/ ■ ' ‘ >• ' Non èlà- vera liberìà ‘americana quella che certi dirigenti delle clasri operaie hairino copia­ lo alla lettera dalla filosofia di Cariò Marx. Non è la vera libertà americanat quella che “ c e r t i politicanti dèlia nazione” hanno impara­ rlo dalla megalomane filosofia Nazista^ Non è la' vera libertà Americana quella eh cerca di indebolire il concettò puro e sacro dell famiglia e della casa. —^ > ' Non è la vera libertà americana quella eh mira a convertire la forza organica ed operia­ te della Nazione in una accozzaglia di anarchici irresponsabili e fannulloni* ‘ - ; ... > \ Le persone che interpretano h ' quaala manie» NON HANNO IL J « R lT | n f> vivere in America e neanche goderò * fruitit, ?p ntsanqiiiUità e la protezione di questa Nazione. ■ I N AMERICA si godelalibartàreligiosa. Nessuno ha il diritto di persecuzione, d in­ tolleranza, di legislazionà ésclusiva sulle nostre r. ,i. . vi * -y W rH opinioni religiose. Nessuno ha il diritto di frap­ porsi tra Dio e la nostra coseiotiui. ' ^ * « • * * wr* 145 miloni di esseri umani (fotta «ornatomi di pochini' pregano Dio in tutte le lin««al • do molte interpretazioni teològiche che, ' ■ >* Chi cererà di alterare ò profanare la libertà rebgioià degli SWÌ poefo licito delle tradizioni d’America.' I padri fondatqri di questa^ bica non furono fonatici bigotti. Ebbero tatti gli monribii le loro idee religione, ma uà la forca e neanche con i sistemi inqui ' cercarono di ìmporre ai pràni celóiiiKZ loro idée religiose» V» fumnó episodi di religiosi» ma furono j causati da 'petit “ . che furono naessi a tacèiéV ' * ?^^denrte ^fosfongtW ^ L tó , Jefferson cd altri grandi americani tolti . viso aperto i nemici «folla Nszione^ wsa ie> lo lóro grandi imprese pregerò: vezxa della Nazione e per il futuro del popòfo ‘ È ’ questo è il concetto die ogni buon ceno ha deli* Libertà della foaado«É(«i berte religiosa, psrdhq questo è . éumtuale cbe il persolo Americane bà'^^ dàìi.fonda tori della Gostxtùcions^ hi - 'Ti HE COSA sarebbero gli Stati Uniti auesti principi di morale civile e Essi sarebbero inferiori aLgoverno^ vico. ' . 11 comuiiifmo incia gli uomini> all rnzza, mentrà Stati Umtibanno la tolleranza, rispetto è pròt^ixèneporta*te • jc cho formano la ine‘grande famiglia.v II comioliìnip nega l ’esicenza^cìi5 Dio» redi popolo americano prega Dio in tutte gas editi tuttiiculti. 11 comuniSmo biga la Patria, mrntiè Americani 6saìt§no l i patlàab fodifendqifo j la loro vita. • - i - > f f **< * ì ~ ^ Il com u n iS m o degrada e profona il ci la famiorlia, mentre gH'fSfolji, Uhiti m« • alto della famiglia gcfeàptoà Dìo e C n e domandano ifoiprdssfone e»lls beni Il Pòpolo Americane è trobpp^ij p t Abf»rocc?>rc b tssa^ irsffo lilis h a Helrmmudroie. ch^sàiàUnpegi rimo di hjttedòdibeetà gavone di Dio, v “ v ?* *' m i ■’ cA 'k- làì 2,,VS''-Vjjs » t ' u , DIO, PATRIA E LIBERTA’ CI n o . A T d s M C r , s c h i à v I T o ; ‘ | t C I R E N D O N O IN F E R I O R I A L L E I .TS * V .

xml | txt